GameWay

login/registrati

guida

Come aspirante cavaliere, dovete curare la vostra formazione in diversi aspetti. Chi avrà alla fine dei sei turni più Punti Cavalleria sarà nominato cavaliere del Re Artù!

articolo
Recensione Medieval Academy
di: Paola Perna - Data di pubblicazione: 07/09/2016

Questo gioco da tavolo (di ambientazione medievale, come fa intuire il nome) è davvero accattivante, sia per la grafica che per il meccanismo di gioco.

Il tabellone centrale, composto da diverse plance da posizionare seguendo un preciso ordine al centro dell'area gioco, richiamano l’ambientazione fiabesca, nella quale non possono mancare la Principessa, il Drago, il Cavaliere e il Re.

Una volta ordinate le schede è impossibile non fermarsi ad osservarle, non solo per capire quali fanno conquistare punti/scudo e quali invece perderli, ma anche per saziare la vista di quei particolari a noi conosciuti attraverso storie, racconti, fiabe che richiamano quel mondo medioevale tanto amato dai bambini di tutti i tempi… e anche noi lo siamo stati!

A troneggiare in cima è la principessa, che rappresenta la Galanteria, e chi decide di giocare le relative carte e riesce a ben posizionarsi in questa plancia, alla fine di ogni turno di gioco riceverà come premio il poter muovere in avanti la sua pedina su una scheda a sua scelta.

Non manca, ovviamente, la scheda delle Giostre medioevali e quella dei Tornei ma, a dare pepe alla partita, ci sono quelle della Carità, dell'Istruzione e dell'Avventure. Direi che quest'ultima è una delle più ambite perché alla fine dell'ultimo turno regala punti a gogò, ma guai a trovarsi ultimo su quella dell'istruzione! Chi ha preferito lasciarsi trascinare troppo in imprese eroiche, puntare sulla galanteria per entrare nelle grazie della principessa, tralasciando lo studio, alla fine di ogni turno, si vedrà appioppare punti negativi, che potrebbero costargli molto caro.

La plancia al Servizio al Re è l'unica che da punti cavalleria in base alla posizione assoluta del proprio dischetto (e non in base alla posizione relativa rispetto agli altri giocatori). Raggiungendo la prima o la seconda tappa, si guadagnano preziosi punti al terzo e al sesto turno.

A rendere tutto più aggraziato e inerente al tema cavalleresco concorrono la clessidra segna tempo, la spada (l'Excalibur!) per il primo giocatore, la pergamena segna turno e gli scudi/punto (personalizzati per ogni plancia), oltre che le carte speciali per varianti più avanzate del gioco con relative coppe e pergamene.

Il gioco è in pratica una corsa in contemporanea su tutte le sette plance. Vengono scelte le Carte Addestramento prendendone una da quelle pescate e passando le restanti al giocatore successivo, per poi sceglierne un'altra dalla mano ricevuta e così via. In questo modo si scelgono cinque carte di cui se ne giocheranno, una alla volta, quattro. Questo meccanismo di drafting, riduce di molto la componente fortuna e rende il gioco più interessante. Ciascuna carta permette di muoversi su una delle schede per il numero di passi indicato.

Il giocatore deve quindi scegliere su quale tipo di formazione vuole puntare, cercando anche di prevedere le mosse degli avversari. C'è il rischio di giocare una carta su una plancia, ma non ottenere nessun punto da questa, in quanto gli altri giocatori si posizionano più avanti di noi.

Inoltre il fatto che ci siano schede che danno punti subito (anche se pochi) e schede che danno punti a lungo termine (tanti) rendono ancora più intriganti le scelte da fare. Se si tralascia per troppo tempo la plancia Avventure, diventerà poi difficile riuscire a recuperare negli ultimi turni e i 17 punti che andranno al giocatore che primeggia qui, possono fare la differenza per la vittoria finale.

In conclusione, Medieval Academy è un gioco davvero carino e avvincente, ben costruito e adatto a riempire qualche ora di divertimento con familiari, amici e parenti. Le regole sono semplici, basta una partita per entrare nello schema di gioco, e si presta ad essere rigiocato innumerevoli volte.

La longevità del gioco è assicurata anche dal fatto che ciascuna delle sette plance sul retro ha una variante più avanzata. Ad esempio la plancia di Giostre può essere combinata con quella di Tornei. Girandole e affiancandole si avrà un'unica plancia "Cavaliere Bianco contro Cavaliere Nero". Qui i punti si otterranno anche in base a quale dei due cavalieri vincerà la sfida!

Aggiungendo volta per volta varianti diverse, si può rendere il gioco più articolato e cambiarne le dinamiche.

Il gioco è indicato non solo per gli adulti, ma anche per bambini dagli sette/otto anni, visto che la grafica è davvero carina e meritevole e rende anche per loro molto piacevole giocarci.

Bisogna infine anche sottolineare la qualità del libretto con le regole del gioco, chiaro e ben illustrato, con diversi esempi e con le giuste ripetizioni per le regole che possono sfuggire!



Commenti | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.

Trova nel Catalogo:

Pagine Utili
Lista Recensioni e Articoli
Negozio Portici - Napoli
Elenco Giochi da Tavolo
Pagina Facebook

Informazioni
Numero di Giocatori:2-5
Durata partita:30 minuti
Età Minima:8
Scheda: Medieval Academy

GameWay - Dove Siamo
Prezzo:€ 30
Status:Disponibile in Negozio!
Tipo: Gioco
Editore:Uplay


Copyright © 2017 GameWay Vendita Giochi da Tavolo Portici (Napoli) e dintorni Negozio - Privacy - Avvertenze